Come ho costruito un Bartop Arcade

Chi mi conosce sa che in questi mesi sono stato impegnato a portare a termine il mio Bartop: un cabinet arcade, ossia il classico cassone da videogiochi, sprovvisto della gettoniera.

Le caratteristiche principali sono:

  • Cabinet in legno;
  • Monitor LCD 17″;
  • Audio stereo;
  • Insegna retroilluminata a LED;
  • Pannello di controllo per 2 giocatori.

Per la progettazione del cabinet mi sono affidato a Google Sketchup: ho dovuto quindi imparare ad utilizzarlo facendo i conti con tutte le problematiche relative al taglio/misurazione del legno.
Non essendo né esperto di fai-da-te né conoscitore del legno, dovevo pormi continuamente domande riguardo la fattibilità; fortunatamente mio padre mi ha aiutato in tutto questo.

Una volta progettato il cabinet, mi sono concentrato sul pannello di controllo: deve ospitare nella parte superiore 2 joystick e 12 pulsanti, lasciando lo spazio libero per 4 pulsanti (Player 1, Coin 1, Player 2 e Coin 2) nella parte inferiore.
Ho utilizzato Adobe Illustrator in quanto è uno strumento che già sapevo usare e che mi permetteva di lavorare agevolmente utilizzando come unità di misura il millimetro.

Come potete notare dai 2 disegni, il pannello di controllo (A e B) è stato progettato in modo che si possa aprire, questo per facilitare le attività di manutenzione. Stessa cosa vale per lo sportello posteriore (tra D e E).

A questo punto passiamo alla parte hardware, la lista della spesa è stata la seguente:

Per quanto riguarda le altre spese: il monitor 17″ LCD sono riuscito a procurarmelo usato gratis (non posso dire la stessa cosa per il convertitore HDMI-DVI pagato 8 €), mentre il legno (compensato pioppo da 14mm) l’ho pagato sui 50 € (un pannello da 80cm x 80cm ed uno da 150cm x 50cm).

Per la vetrofania mi sono affidato a Outsideprint: semplice da usare, rapidi ed assistenza ottima.

Mentre risultava ovvia la scelta di utilizzare Raspberry Pi, non posso dire altrettanto per l’I-PAC 2: infatti avrei potuto collegare i controlli (joystick e pulsanti) direttamente al GPIO del Raspberry però questo andava contro il principio di modularità che mi ero posto fin dall’inizio.
Il fatto che l’IPAC 2 “trasformi” il pannello di controllo in una tastiera, mi rende più semplice la futura espansione della parte hardware (sia per quanto riguarda il Raspberry che i controlli stessi).

Ora non mi resta che condividere alcune foto fatte durante la lavorazione e chiaramente del Bartop finito:

Come ho costruito un Bartop Arcade

Per chi ha voglia di costruirsi un Bartop, condivido i sorgenti da me creati, sentitevi liberi di farne ciò che volete:

Come potete notare sono stato molto sintetico in quanto altrimenti avrei dovuto scrivere un post chilometrico, ad ogni modo colgo l’occasione per ringraziare Arcade Italia per avermi indicato la strada giusta, Retropie per l’ottimo software messo a disposizione alla comunità e ultimo ma non meno importante mio padre.

Insert coin…

Skype for Linux Alpha

Ebbene si, Microsoft ha rilasciato una nuova versione di Skype chiamata “Skype for Linux Alpha” che ha la presunzione di sostituire del tutto il vecchio client Linux a cui ci ha abituati da tempo.

Vi dico subito che ha moltissime lacune e che quindi è meglio ridurre tutto l’entusiasmo, non è possibile infatti fare chiamate video (nemmeno di gruppo) e l’applicazione si riduce di fatto ad essere un wrapper del client web (basato su Electron).

Quindi per chi come me odia Skype e si trova a doverlo utilizzare per vari motivi…bhe…dobbiamo portare ancora tanta pazienza!

Google IO 2016

Causa parecchi impegni ultimamente non sono riuscito a scrivere su questo blog, ad ogni modo non può mancare il post riguardante Google IO 2016.

Cosa aspettarsi da questo evento? Bhe, non ci resta che seguirlo oggi dalle 19:00, buona visione!

Raspberry Pi 3

Come già saprete da pochi giorni è in vendita la nuova Raspberry Pi 3 (si sono persi l’occasione di chiamarla Raspberry Pi π lanciandola poi nel mercato il 3.14 ossia il 14 Marzo).

Elenco qui le specifiche:

  • Wifi Built-in
    • IEEE 802.11b/g/n support
    • A maximum transmit and receive rate of 150 Mbps
    • Supports both 20 MHz and 40 MHz channels
    • Supports Infrastructure mode, Wi-Fi Direct and soft-AP mode
    • Supports WPA, WPA2 (802.11i), AES/TKIP, IEEE 802.1X and WAPI
    • A maximum transmission power 15 dbm
    • Operating Frequency 2.4 MHz – 2.497 MHz
  • Bluetooth Built-in
  • New System on chip (BCM2837 reported to be 1.5x speed of previous gen)
  • Chip is now 64bit ARMv8 QUAD Core 64bit processor
  • MicroSD Card swapped out
  • Position of status LEDs has changed
  • New power switching for 2.5Amp power supply

Un’altra differenza abissale con i modelli precedenti è la sua tendenza a raggiungere temperature di funzionamento piuttosto elevate: da tenere altamente in considerazione soprattutto se volete utilizzare un case.

The ultimate PHP exception handler